venerdì 8 giugno 2018



CALICI  D' ESTATE 2018
XVIII  EDIZIONE
28 giugno 2018

Il fresco dei pergolati e dei portici  invita a godere, dopo una giornata di lavoro tribolato dall'umida afa di queste primo scorcio estatino, del piacere di un buon calice di bianco, in allegra compagnia.
"SCARPETTA" ha cercato nei decenni, qua e là nel contesto cementizio della grande Paderno Dugnano, i pochi pergolati e gli esili portici rimasti. Li ha trovati, con fatica e qualche limite. L'ambientazione ideale sembrava essere, anche per il sentore di storia che il luogo offre, la villa Bagatti Valsecchi di Varedo, in comproprietà con Palazzolo, che sul lungo viale di pioppi cipressini rivendica paternità e maternità. 
Ma quest'anno tale ambientazione non è disponibile; come troppo spesso di questi tempi, per motivi economici di cui vi potete informare in altre sedi, il Comune di Varedo e l'associazione che si occupa della villa... 
Siamo quindi tornati ad un'altra ambientazione, già sperimentata in passato: più moderna, più semplice, più familiare ma dotata di portico, giardino e pergolato: la sede di EIN- KAREM.
Che succederà quella sera?
Innanzitutto festeggeremo l'arrivo dell'estate; ne abbiamo pieni gli invasi di queste piogge maggioline tristi come quelle autunnali, che invece non vediamo più da anni.. Poi ci salutiamo prima delle vacanze; quindi godremo i sapori unici ed un po' particolari, per non dire esclusivi, dei vini bianchi d'anfora. 
Anfora?..
proprio così.., anfora: quell'antichissimo contenitore che dall'alba della civiltà agricola gli uomini hanno usato per fare e conservare il vino. 
Abbiamo letto di ritrovamenti di anfore greche e romane, contenenti vino, ancora intatte dopo migliaia di anni. Non sappiamo di qualcuno che quel vino l'abbia assaggiato. Comunque molti produttori italiani da un po' di tempo a questa parte si sono cimentati con la vinificazione, l'affinamento e la conservazione in anfora. 
Si dice che i risultati siano molto buoni, anzi ottimi e di certo molto interessanti.
E siccome "SCARPETTA" è per natura interessata ai prodotti interessanti, ecco che s'è data da fare per trovare quattro prodotti originali da degustare, freschi freschi, durante la prossima serata.
In alto le anfore!!  (mica troppo, perchè hanno un peso di qualche quintale, come le botti..).

p.s.  le info relative saranno inviate quanto prima a soci e simpatizzanti

venerdì 25 maggio 2018



NOI VOLEMO  CANTÁ SEMPRE, DIVERTISSE A  TUTTE L'ORE,
 RIDE, BEVE ER VINO E FÀ L'AMMORE

Così gridava la masnada de lazziali (in senso lato, perchè qualcuno era romano, qualcuno de Viterbo, altri de Frosinone, altri de Milano: volemose bbene!), uscendo dal noto Circolo di Calderara di Paderno D., dove avevano degustato (così dicono loro; per noi erano imbriachi fradici), quattro vini del Lazio, la notte scorsa.
Noi di "Scarpetta" avevamo inviato il nostro fidato reporter, enologo di dubbia fama e dall'incerto curriculum. 
Ed egli puntualmente è stato ritrovato oggi sul far del mezzodì addormentato su una delle panchine del parco della Cava. Lo teniamo per compassione: nella vita si può sbagliare.
Qualcuno dei presenti è però riuscito a scattare delle foto.
Ve le proponiamo a documentazione della serata:

ingredienti basilari per una degustazione laziale (o quasi)
porchetta d'Ariccia (ma anche
di Palazzolo)
"marzolino" fresco: tipico formaggio del mese
"cucunci" detti anche "macarones" detti pure "saltimbocca di maggio"
reduce dal matrimonio di H. & K. in quel di Windsor...
la chef si è portata parte della sua brigata
veduta d'insieme (ma a cosa brinderanno ?) .Forse al nuovo governo; o all'Inter o sono imbriachi felici
il boss facente funzione dell' Associazione intrattiene i convenuti, spiegando loro la rava e la fava
l'esperto di fiducia illustra i pregi dei vini in degustazione (siamo all'inizio e la scolaresca è attenta)
 quelle bottiglie servono per la degustazione..!! (Voleva tenersele per proprio uso e consumo)
eh.., lo conosciamo..! Il cantiniere di "Scarpetta" fa il simpaticone con tutte le donne
tavolata di astemi, presumiamo
cercate l'intruso
vino meditabondo per un saluto giocondo (siamo alla fine)
n.b.: "Scarpetta", come società a delinquere di seria e consolidata fama, declina ogni responsabilità e se ne frega delle vostre lamentele. Per cui astenetevi da ogni qualsiasi critica oppure rivolgetevi a chi di dovere. Informa anche che per l'occasione nessun danno è stato arrecato ad animali o altri esseri viventi. Eccetto l'essere umano.

domenica 13 maggio 2018



'ANN VEDI !... CHE  SORPRESA !..
SO'  FORTI  'STI  RROMANI !..
(nel  senso  dei  vini)

Ai  vini, alcuni, del Lazio sarà dedicata la prossima serata di "Scarpetta".
 In pratica la 20° (se non andiamo errando), tappa del Girovino d'Italia che "Scarpetta" iniziò nel lontano 2001. 
Eh sì.., ci abbiamo messo un po' tanto per arrivare in questa regione dalle antichissime e nobilissime tradizioni. Perchè, nel nostro girovagare e peregrinare ci siamo imbattuti in tanti luoghi, vini e persone che ci hanno costretto ad una doverosa sosta conoscitiva e riflessiva.
 Comunque alla fine, come il nostro amico Venditti, anche noi "..arriveremo a Roma".
Che tappa sarà? Ma bella ed interessante come tutte le tappe precedenti. Chi c'era può testimoniare. 
Il "Girovino" di "Scarpetta" è il percorso prediletto dalle persone curiose, che vogliono scoprire le tantissime sfumature del variegatissimo mondo delle produzioni vinicole ed alimentari, senza farsi condizionare da preconcetti e luoghi comuni.
"Provare per credere" è il motto che caratterizza questo viaggio. 
Volete sapere altro riguardo la serata?   Riportiamo il testo della locandina che la segreteria di "Scarpetta" dovrebbe aver inviato a tutti i soci, conoscenti, simpatizzanti ed amici.
Prosit. Se vedèmo..

IL LAZIO
"Se me frulla un pensiero che me scoccia, me fermo a beve e chiedo aiuto ar vino: poi me la canto e seguito er cammino cor destino in saccoccia."
Trilussa
Una regione importante per la straordinaria qualità dei terreni, la diversità zonale delle uve e la storia; il vino che fu di Etruschi e Romani, di Papi e Imperatori merita, a parere nostro e degli esperti, una doverosa e giusta considerazione.
Giovedì
24 maggio 2018
ore 21,00 c/o Circolo Sociale Calderara
Via Card. Riboldi, 119 - Paderno Dugnano
La degustazione sarà guidata dall’esperto
Filippo Querzoli
Seguirà la degustazione di
Le Poggere Est! Est!! Est!!! 2017 – Azienda Vinicola Falesco -TR
Cesanese del Piglio 2016 – Cantina di Piglio – Piglio FR
Montiano Rosso Lazio IGP - Azienda Vinicola Falesco -TR
Aleatico di Gradoli 2008 – Società Agricola Sociale di Gradoli – Gradoli VT

In abbinamento:
Porchetta, Formaggio Marzolino;
Biscotti con cioccolato.
Il contributo spese è di € 15,00
La serata è riservata ai soci e a coloro che intendono associarsi nella serata stessa al costo di 5 €
Ricordate di portare i bicchieri personali. I bicchieri dell'associazione non sono più disponibili.
Si potranno acquistare borsette con 6 calici al costo di 10 €.
Le iscrizioni si raccolgono entro Martedì 22 maggio scrivendo a: associazione.scarpetta@gmail

mercoledì 11 aprile 2018



ALICE  NEL  PAESE  DI  BEL  COLLE
(PERCHÉ NEL  PAESE DELLE  MERAVIGLIE,  CIOÈ  L' ITAGLIA) 
NON  CI  VOLEVA  PIÚ STARE);
SETADIR (CIOÈ):
ALICE  BEL  COLLE
sottotitolo: "Solidarietà e lavoro"

dai  vostri  reporters  di  fiducia (mal riposta)

Tutto accadde la sera del 10 aprile u.s., in quel di Paderno Dugnano Calderara  nel solito benfamato Circolo A.R.C.I., dove un gruppuscolo di "Scarpettari Impenitenti" (costola di sinistra della ben più famosa "Scarpetta- assoc. culturale enogastronomica"), si sono ritrovati con un capobanda conosciuto e sconosciuto con il nome di Daniele Bianco, emissario della "Cantina Alice Bel Colle", (la famosa Alice di cui nella letteratura e nella cinematografia etc.), ed hanno fatto secco, pardon, asciutto, 6 e poi altre 6 e poi altre 6 ancora, e poi  4 in aggiunta e altre 4 per concludere, bottiglie di vino d.o.c.g. , d.o.c. e i.g.t. e fa niente, purchè sia bianco o rosso, accompagnando la degustazione, (la chiamano "degustazione".. loro..), con una fettina, anche due e tre.. di salame chuit, (alla monferrina), toma piemonteisa, grissini stirati, tortina Vecchia Lodi alle mandorle.
Il bravo, buono e simpatico inviato della cantina credeva di averle viste e sentite tutte: ma quella sera si è accorto di trovarsi di fronte ad uno schieramento, uomini e donne senza distinzione, (e senza ritegno, aggiungiamo noi), di coraggiosi che hanno fatto loro il motto "barcollo ma non mollo".
Alla fine, come nelle avventure della Alice di cui sopra, tutto finisce bene.
Tutto finì bene anche la mezzanotte del 10 aprile u.s..

A conferma dei fattacci alleghiamo foto (anche ritoccate).

nello schieramento  manca qualcosa.. (a chi indovina , nel prossimo appuntamento sarà dato in premio ciò che dalla foto è assente)
toma a metà ( l'altra metà la stiamo ancora cercando..)
foto di  famiglia su un tavolino
nel segreto delle cucine vengono preparati i piatti per gli affamati (gli assetati, dopo)
sembrerebbe un dolce..
ecco come si presentano gli strumenti da lavoro all'inizio dell'opera
le riunioni degli "Scarpettari Impenitenti" si tengono al buio
conclusa la riunione si accendono le luci e ci si scambiano i calici (in primo piano il tavolo degli "Impenitenti Assaltatori")
il buon Daniele impartisce la benedizione ai vini prima della cerimonia (secondo l'interpretazione del sig. Galli)
questa istantanea rubata è già stata trasmessa alle autorità competenti per le opportune indagini (Scarpetta non vuole rogne)
a  cura  dei  reporters ( che si rifiutano di firmare un tale schifo di servizio)
P.S. :in realtà i nostri reporters firmano con la X: nota del presidente

NOTERELLE DI  DEGUSTAZIONE
ore 24,05:"..ostio..! guarda com'è storto quel cancello lì !.."

  • GRISSINI DELL'ANTICO FORNO PAGANI: ECCELLENTI
  • SALAM CHUIT: NON CI SONO PIù I MAIALI DI UNA VOLTA (PARLANDONE DA BESTIE)
  • TOMA PIEMUNTEISA: SE MA GARI LA FACESSERO STAGIONARE UN PO' DI PIÙ...
  • "BRIC DEL ROSE" BIANCO : PRIMO CLASSIFICATO PER RAPPORTO QUALITÀ-PREZZO (lo volevano tutti..)
  • "ASTI SECCO BRUT" NOVITÀ DELLA CANTINA: SECONDO: QUALITÀ ED OTTIMO RAPPORTO Q./P. (anche'esso richiestissimo)
  • "BRACHETTO D'ACQUI D.O.C.G. "PIAN DELLE CANNE": UNO DEI MIGLIORI BRACHETTI MAI ASSAGGIATI DA "SCARPETTA"
  • BARBERA D'ASTI D.O.C.G. "ALIX" 2014: UNA GRANDE BARBERA CAPACE DI INVECCHIARE ANCORA UN PAIO D'ANNI: (ci fosse stato un buon arrosto o..)
  • DOLCETTIO D'ACQUI D.O.C. "COSTE DEL MUIRAN" 2015: FORSE IN UN'ALTRA SERATA...



martedì 27 marzo 2018

Solidarietà e lavoro: le cantine sociali

 

CHI  VIENE  VOI  ADESSSO ??!..

IL  NOSTRO  PIEMONTE: TERZA  TAPPA
10 APRILE  2018
L'ALTO MONFERRATO
IL PIEMONTE DELLE COOPERATIVE  VINICOLE

"SCARPETTA" non cessa di stupirvi.
 Ancora una volta accompagna i suoi amici, soci e simpatizzanti, a conoscere un altro angolo del Piemonte storico; un terroir particolare in una realtà particolare.  
Quella di una cantina sociale che ha contribuito nel suo piccolo a fare la storia della viticoltura italiana. Esemplare nell'attaccamento alla terra, alle persone, alla tradizione locale. Esempio anche della rinascita delle cantine sociali italiane, i cui prodotti godono di un crescente e meritato favore  internazionale . Quanto conta ormai il vino  nell'economia italiana lo dicono i numeri.
Bon, ci fermiamo qua. Chi volesse condividere con "SCARPETTA" i piaceri di questa "scoperta", non deve far altro che presenziare alla serata.
Ad ogni buon conto vi mettiamo la locandina relativa, ricordando che "la comunità è la base dell ' agire collettivo e del benessere individuale, è lo spazio privilegiato della costruzione del sè e della 
sperimentazione della vita di gruppo". 
(uno dei temi fondanti della nostra associazione; vedi statuto)

SOLIDARIETÀ E LAVORO
Storie di vino e storie di vite
La bella realtà delle cooperative vinicole, società d’impresa legate alla terra, agli uomini, di fronte alle sfide del presente.

Martedì
10 aprile 2018
ore 21,00 c/o Circolo Sociale Calderara
Via Card. Riboldi, 119 - Paderno Dugnano
etichette eccellenti dell'Alto Monferrato prodotte dalla
“Cantina Sociale Alice Bel Colle”
Seguirà la degustazione di
Vino bianco “Bric del Rose” Moscato secco
Dolcetto d’Acqui D.O.C. “Coste di Muiran” 2015
Barbera d’Asti “Alix” D.O.C.G. 2014
Asti secco D.O.C.G. – una novità della cantina
Brachetto d’Acqui D.O.C.G. “Pian delle canne” 2017
In abbinamento:
Grissini stirati, Toma Piemontese, Salame cotto
Torta alle nocciole
Il contributo spese è di € 15,00



sabato 10 marzo 2018



8 MARZO 2018


non mimose ma opere di bene.. (ma anche primule):
 danno un tocco di.. gentilezza
e fanno anche primavera
ERAVAMO A QUELLO STADIO  IN  CUI
   si  masticano  le  parole, la  remissività è al massimo, l'equilibrio poco stabile, ma la mente pare lucida come uno specchio, tanto che il santo bevitore ricorda  cose che da sobrio non appartengono più alla sua memoria
il santo (poco) bevitore
in simil stato di felicità incosciente lasciammo la sede del circolo ARCI che ci aveva ospitato per l'incontro con una simpatica,bella e coraggiosa signora dell'8 marzo; 
quelle che SCARPETTA annovera fra le proprie amicizie, cerca di sostenere con iniziative dedicate, perché esemplari delle tante piccole aziende che sui campi, nelle vigne e nelle stalle danno fattivo contributo alla salvaguardia della nostra amata terra e dei suoi più genuini e tipici frutti. 
Crediamo che anche tutti gli altri partecipanti alla serata possano condividere tale modesto giudizio. 
Comunque qui di seguito alcune istantanee del nostro reporter di fiducia (mal riposta; ha il vizio di bere..). Col commento di Eugenio Scalpami


dietro le primule fanno capolino segni tangibili di una realtà più prosaica. L'ospite della serata ha perfino detto che sono commestibili. (le primule)

opere buone, per il corpo e lo spirito: nocciole (tonda gentile delle Langhe,of course), composte, marmellate, conserve, formaggini freschi, toma stagionata, salamini, pane casereccio..

oh !.. finalmente il tavolino s'è liberato delle primule, mettendo in bella mostra un po' po' di ben di dio (più che altro della "Tenuta antica" di Cessole; e di qualche fornitore di nostra fiducia..)






le conserve di casa come le solo la nonna (o la nostra ospite) le sa fare). Oh!.. tutti prodotti del nostro (suo) orto! 

le composte e le confetture come solo la nonna etc etc
le pregiate nocciole delle nostre (si fa per dire) Langhe sotto diversa forma. (Avremmo volentieri degustato la torta di nocciole come solo la nostra ospite la sa fare.. Un rammarico facilmente colmabile: basta andare da lei a Cessole. Sarete accolti con tutta l'attenzione possibile; parola d'ordine: "Scarpetta 8 marzo".)
piattini di sevizio: le nocciole con il rosato "Carpe Diem", il formaggio fresco con il dolcetto d'Asti d.o.c. "Daniele",il salame con la barbera della cantina (anteprima), la toma semistagionata con il pinot sperimento"La Follia"(ma non è obbligatorio)

foto di maniera, comunque poco sensata. Secondo il reporter sono calici piangenti, cioè calici che aspettano ansiosi di essere riempiti. (non fosse per il fatto che presta la sua opera in cambio di due o tre calici di vino...)

visione dall'alto dei piatti pronti per il servizio e la degustazione ("un bell vedè"- trad: una bella vista)


panoramica sul salone dove i soci partecipanti hanno seguito curiosi  ed attenti (perchè il vino non era ancora stato servito) la narrazione dell'ospite. (primissimo piano: zucca in splendida forma senescente)


ed ecco finalmente a voi.. Maria Pia Lottini !..

la nostra simpaticissima ospite!!  gentile signora   proprietaria e factotum (con marito e figli) della Tenuta Antica, che ha portato fra i soci di Scarpetta una ventata di aria nuova e sana delle Langhe (ed anche una ventata di genuini prodotti). Averne di donne così!..

👩💚👩💚👩💚👩💚👩💚👩💚👩💚👩💚👩💚👩

P.S. ricordiamo ai lettori che il prossimo appuntamento
 sarà il 10 aprile; sempre nella tradizione della ricerca culturale e della sperimentazione degustativa. " È attorno alla tavola..."
P.P.S. se qualcuno avesse qualcosa da dire, ridire, precisare od aggiungere.. noi siamo là.
 Ciao. Alla prossima

domenica 18 febbraio 2018



Oh  le  Langhe oh le Langhe del  mio  cuor...
oh  le  donne oh le donne del  mio  amor..

menù dell' 8 marzo 1988

carne  all'albese

agnolotti spolverati al tartufo


medaglioni di scottona con salsa di nocciole   

monte bianco della tradizione

quello sopra illustrato fu il menù della prima serata, a nostra labile memoria, dedicata alle donne. e preparato da Romildo Galliana, detto "sausussin",  cuoco di grande valore, rimpianto da tanti, in quel di Mango (CN), dove teneva mescita con tavola calda.
Avremmo voluto riproporlo anche noi di "Scarpetta" in occasione del prossimo 8 marzo, serata che da tempo immemore dedichiamo alle "Donne del vino", meglio sarebbe "Donne della campagna", ma.. : siamo in piena quaresima, e molti vogliono osservare il magro; tanti si sono convertiti al vegetariano; quasi tutti sono a dieta; il tartufo quest'anno è inavvicinabile; il cuciniere s'è rotto un pochino le..., per cui abbiamo dirottato su una serata più semplice e nostrana. 
E prestare orecchio, oltre che bocca e naso, sottinteso, alle parole di una gentilissima ospite.  Una giovane signora che tutti un po'  invidiamo,(ma non sempre, detto con sincerità, perchè la terra resta comunque bassa ed a noi fa un po' male la schiena). La sua vicenda, come quella delle altre ospiti che nel tempo si sono succedute alla tavola di "Scarpetta", sarà una testimonianza esemplare, un frammento di storia vissuta, a farci capire dove sta andando l'agricoltura italiana.
Situandosi l'azienda di questa ospite nelle Langhe, ecco spiegato il nostro riferimento al menù del "sausussin".  
Garantiamo per contro che i prodotti in degustazione la sera dell' 8 marzo, sono, non solo bio, ma coltivati e fatti con amore.

PER  CUI:  INCONTRIAMOCI L' 8  MARZO PROSSIMO.
(secondo le indicazioni della locandina inviata e che riassumiamo qua sotto):
INTERNAZIONALE
DELLA DONNA
Giovedì
8 marzo 2018
ore 21,00 c/o Circolo Sociale Calderara

Via Card. Riboldi, 119 - Paderno Dugnano
Incontro con: Maria Pia Lottini
Agriturismo Tenuta Antica

Regione Busdone – Cessole - AT
degustazione dei vini e dei prodotti di propria produzione.
  • CARPE DIEM” - VINO ROSATO 2016
  • DANIELE” - DOLCETTO D'ASTI DOC 2016
  • LUCA” - BARBERA D'ASTI DOCG 2016
  • LA FOLLIA” - VINO ROSSO 2014
In abbinamento:
  • Nocciole, antipasti di verdure, zucchine e fantasia di verdure in agrodolce (prodotte dalla Tenuta Antica)
  • Formaggio fresco e stagionato di capra, salame di capra.
Il contributo spese è di € 15,00
La serata è riservata ai soci e a coloro che intendono associarsi nella serata stessa al costo di 5 €
  • Ricordate di portare i bicchieri personali. I bicchieri dell'associazione non sono più disponibili.
  • Si potranno acquistare borsette con 6 calici al costo di 10 €.
Associazione Culturale Enogastronomica “SCARPETTA”
VIA Italia 13 – 20037 Paderno Dugnano - MI
e-mail:associazione.scarpetta@gmail.com - Blog: http://eattornoallatavola.blogspot.it/
Le iscrizioni si raccolgono entro Lunedì 5 marzo scrivendo a: associazione.scarpetta@gmail.com





gira  e  rigira, prima o poi "Scarpetta" torna  ai luoghi , ai cibi ed ai vini della grande tradizione